Il mio percorso di vita e di educatore e istruttore cinofilo

I cani sono per metà angeli e per l'altra metà bambini.
Antonio De Curtis (Totò)

Mi chiamo Barbara Dimitri, sono laureata in lingue e letterature straniere, ho diretto per molti anni la Scuola di lingua e cultura italiana per stranieri Porta d’Oriente. Contestualmente, seguendo la mia passione per la cinofilia e per l’addestramento dei cani, sono diventata volontaria in un canile locale e dopo una formazione specifica con APNEC, associazione che riunisce Educatori Cinofili professionisti, ho intrapreso l’attività di educatore ed istruttore cinofilo.

Pratico ormai da diversi anni il Tai Chi Chuan (un’arte marziale cinese) e la meditazione buddhista Vipassana (la meditazione sulla consapevolezza).

Quello che sono lo devo soprattutto ai cani. Senza di loro vivrei senza una reale “connessione” con il mondo che mi circonda e non sarei sicuramente un essere spirituale migliore. Sono loro che mi fanno percepire la bellezza e la semplicità della vita.

Crescendo gli adulti ti fanno credere che ci sono cose più importanti, più “proficue” nella vita e così il mio percorso di studi e professionale mi ha portato verso altre sponde. Ho studiato lingue e letterature straniere e sono arrivata a creare una Scuola d’italiano per studenti stranieri di tutto il mondo qui nel Salento dove opero tutt’ora, cosa che faccio con passione in quanto il mio sogno era quello di costruire qualcosa nella mia terra e non di andare via come la maggior parte dei miei coetanei hanno fatto.

La connessione che sentivo per il mondo animale però era solo un po’ assopita dal “gran da fare” della vita, ma ha iniziato ad urlare in modo più prepotente e non ho più potuto fare a meno di darle retta. Nel frattempo la mia casa è stata sempre più piena di questi esseri meravigliosi. Al momento vivo con 7 cani e una gattina (povera Tommasina!). Dico al momento perché non si sa mai… l’allargamento della famiglia è un pericolo sempre in agguato!

Sentivo però ancora che mancava qualcosa. Non basta avere degli animali, volevo che una semplice convivenza si potesse trasformare in una “relazione” e per far questo dovevo conoscerli meglio. Conoscerli significa entrare ancora più in connessione con loro. Solo così ti possono insegnare tutto quello che c’è di meraviglioso nella vita.
Ho intrapreso quindi una formazione di  Educatore e Istruttore Cinofilo seguendo un corso professionalizzante e molti stage di specializzazione sull’addestramento dei cani anche all’estero, ma i miei più grandi insegnanti sono stati loro, i miei 7 cani e tutti gli altri del Canile di Carpignano dove ho svolto attività di volontariato. Loro mi insegnano ogni giorno.
Mi insegnano a sentire “connessione” con il Mondo; mi insegnano il “Qui e Ora”, cioè ad essere nel “momento” e a godermi ogni istante della vita; mi insegnano quanto si può entrare in relazione empatica con un essere vivente, in modo semplice, puro, senza sovrastrutture, senza pregiudizi, senza paure, cose che purtroppo minano ogni relazione umana.
Con loro tutto questo è possibile, basta guardarli negli occhi!

Quando ritorno a casa, anche se sono mancata solo per un’ora è come se non li vedessi da giorni e ogni volta che li guardo negli occhi è come se li guardassi per la prima volta, proprio come loro con me. Ogni istante della mia vita con loro è una rivelazione.
Loro mi fanno percepire quanto di inutile ci sia nelle relazioni umane e nel modo degli umani di intendere la vita e mi ricordano in ogni momento cosa c’è di essenziale nel vivere.
Sono capaci di farti vedere il mondo con gli occhi puri di un bambino e ti insegnano l’entusiasmo per le piccole cose. Abbiamo tanto bisogno di questo.
Il mio principale intento è mettere a disposizione la mia professionalità di educatore cinofilo per aiutare le persone a capire quanto può dare una relazione con questi esseri meravigliosi, per diffondere la cultura cinofila e per aiutare questi esseri attraverso il volontariato.