Gestire le reazioni del cane durante la passeggiata al guinzaglio

Obiettivi:
– Mantenere il cane calmo e concentrato su di voi durante la passeggiata
– Creare associazioni positive con gli stimoli
– Evitare, per quanto possibile, situazioni che mettano il vostro cane oltre “la soglia di comfort”

Step 1: Identificare lo stimolo
Cosa fà abbaiare o tirare il cane quando è al guinzaglio? Di solito gli stimoli per i quali i cani hanno questi comportamenti sono: altri cani (qualche volta dei cani specifici o tutti i cani), persone in genere, persone che indossano vestiti o portano oggetti (es. l’ombrello) ai quali i cani non sono abituati, biciclette, skateboard, bambini.

Step 2: Motivazione
Per mantenere l’attenzione del cane su di voi, avrete bisogno di cibo molto gustoso da usare come premio (es. pollo, fegato, würstel), qualcosa comunque che il cane non mangia abitualmente.
Provate anche a fare un mix di premi di tipologia differente. Questo permette al cane di mantenere la motivazione alta perché non sa mai cosa aspettarsi.
Alcuni cani preferiscono i giochi al cibo. Se hai un cane che rientra in questa tipologia puoi usare il gioco come premio di alto valore.

Step 3: Attrezzatura
Si può usare sia la pettorina che un normale collare collegati ad un guinzaglio non estensibile. Per quanto ti è possibile, prova a tenere sempre morbido il guinzaglio poiché un guinzaglio teso può causare una reattività eccessiva del cane.

Procedimento:
Cercate di tenere sempre sotto controllo l’ambiente in cui operate. Evitate che il cane si trovi faccia a faccia con uno stimolo che può essere troppo per lui. Per esempio, se il vostro cane è molto sensibile alla presenza di altri cani e improvvisamente ne avvistate uno, mantenetevi ad una distanza tale che lo stimolo non provochi reazioni di eccitamento. Cerca di individuare la “soglia” entro la quale l’animale mantiene un atteggiamento per quanto possibile calmo.
Appena il vostro cane avvista lo stimolo, iniziate immediatamente a parlargli in modo calmo e a premiarlo con il cibo o con il gioco. Assicurati che i premi arrivino sempre dopo che l’animale abbia visto lo stimolo. Dobbiamo far sì che lo stimolo predica il premio. In questo modo cane impara che ciò di cui è spaventato porta a delle conseguenze piacevoli.
Se il cane è troppo eccitato o troppo in preda alla paura per prendere i premi significa che lo stimolo è troppo forte e che siete troppo vicini ad esso. A questo punto dovete allontanarvi e aggiungere distanza tra lo stimolo e l’animale.
Lo scopo della passeggiata è quello di mantenere il cane più calmo possibile.
Altra cosa di fondamentale importanza è che bisogna rinforzare, premiandolo, tutti i comportamenti spontanei di calma: quando annusa a terra per esempio, quando stabilisce un contatto oculare con voi o quando cammina tranquillo con guinzaglio non teso al vostro fianco.
Per mantenerlo calmo si può anche chiedere ogni tanto al cane di eseguire qualche comando per es. il seduto, il terra o il “tocca”. Questo permette di mantenere il cane focalizzato su di voi, e il premio che segue il comando permette di costruire un’associazione positiva con la passeggiata e l’ambiente circostante.
La cosa che bisogna evitare nel modo più assoluto quando inizia ad essere reattivo è punirlo.
Il cane mette in atto tali comportamenti reattivi quando non è a suo agio o è troppo sconvolto. Comunque la reattività tradisce un disagio emozionale che si deve cercare di risolvere alla radice. Se punite questi comportamenti, state solamente lavorando sul sintomo e non sulla causa che scatena il comportamento. La radice del comportamento è l’emozione. Premiandolo in presenza di stimoli paurosi state cambiando gradualmente l’emozione. Non state assolutamente rinforzando questi comportamenti.
Se lavorate nel modo giusto otterrete che il vostro cane non avrà più paura dello stimolo e di conseguenza non non metterà più in atto i comportamenti di tipo reattivo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.