La relazione attraverso il gioco

GIOCARE PER IL CANE SIGNIFICA “LAVORARE”
Dare al cane un “lavoro” vuol dire diventare un capobranco più forte. Non si è più un semplice “proprietario”. In realtà, creando uno scopo e una struttura, il proprietario regala al cane un tipo di vita e di responsabilità molto simili a quelle per cui questi animali erano stati programmati in origine. E il gioco è un lavoro per il cane. I cani hanno bisogno di applicare la loro intelligenza e cercano sempre la collaborazione con il loro umano. Se non hanno occasione di fare qualcosa insieme si annoiano e cercano di tenersi occupati rosicchiando i mobili, strappando tende e tappeti, mangiando pantofole, facendo i giardinieri con buche nel terreno e estirpazione di piante con buona pena del loro umano.

Perché imparare a giocare con il proprio cane?

La relazione attraverso il giocoI giochi di collaborazione con il proprietario (ad esempio il riporto, il problem solving, le ricerche olfattive) favoriscono la collaboratività e le attività sociali e creano un forte legame di complicità tra cane e proprietario; aiutano, inoltre ad affinare la comunicazione.

Agli occhi del cane il compagno umano che sa proporre attività sempre nuove e divertenti acquista molto credito, diventa una figura interessante di cui il cane ricerca sempre la compagnia; è proprio questo che fa del proprietario un vero leader, riuscire ad essere interessante, coinvolgente, imprevedibile. Il gioco è un utilissimo strumento a questo scopo!
Il cane si sente felice ed appagato se ha l’opportunità di fare qualcosa “insieme” al suo umano e il divertimento è assicurato anche per voi!
Attraverso il gioco il cane mette alla prova e sviluppa le proprie capacità, l’autostima, la sicurezza e il proprio autocontrollo.
Il gioco è sempre gradito al cane perché stimola la curiosità e l’apprendimento in maniera divertente e rilassata.
Anche i cani anziani possono giocare; attraverso il gioco si sentono più attivi mentalmente rimangono giovani più a lungo.
L’educatore cinofilo aiuta i proprietari a scegliere i giochi più adatti alle caratteristiche caratteriali del proprio cane ad esempio si possono utilizzare giochi di concentrazione, attivazione mentale e fiuto per cani molto eccitati e reattivi, con poco autocontrollo oppure giochi più fisici per stimolare i cani più pigroni.

Tipologie di giochi che potrete imparare presso il nostro centro di addestramento cani:

TIRA E MOLLA

Giocare a tira e molla con il caneGiocando al classico tira-e-molla con la treccia, manicotto o un giocattolo posso insegnare il “lascia” ed abituare il cane a calmarsi rapidamente dopo un’attività eccitante. Questo comando è utile per fare in modo che il cane possa lasciare qualsiasi oggetto su richiesta!

ESERCIZI DI AUTOCONTROLLO

Esercizi di autocontrolloAttraverso questo tipo di gioco il cane imparerà che il cibo (che è posto in mano al suo compagno umano) o i giochi NON si raggiungono abbaiando o saltando addosso o ansimando ma solo mettendosi lì tranquilli.

INSEGNARE PICCOLE ABILITÀ CON L'USO DEL CLICKER

Addestramento del cane con il clicker training
Insegnare al cane qualche abilità che può sembrare a prima vista stupida, come dare la zampa, rotolare, strisciare a terra, fare il morto, camminare all’indietro piace a tutti i proprietari, è un modo interessante per vedere come il cane apprende e quanta voglia ha di collaborare con noi.

Un modo rapido e divertente (ma non l’unico! Il “bravo” detto con emozione ed entusiasmo e l’arrivo del premio alimentare subito dopo ha un valore più grande per il cane) per insegnare un qualsiasi comportamento al cane è utilizzare il clicker. Il clicker è una scatolina con all’interno una linguetta della dimensione di un pollice che produce un caratteristico “click-clack”; associando a questo suono un premio alimentare (attivazione), il cane impara a riconoscerlo come “promessa” di qualcosa di buono che arriverà in breve tempo. Dopo la fase di attivazione il premio non viene più elargito gratuitamente ma il cane deve fare qualcosa per meritarselo e comincia, quindi, ad esibire vari comportamenti nel tentativo di indurci a far scattare il clicker. Da parte nostra, abbassando la linguetta nel preciso istante in cui viene esibito un comportamento gradito, abbiamo la possibilità di segnalare al cane con grande precisione cosa vogliamo da lui. Il clicker training permette di “catturare” comportamenti o di “modellare” per successive approssimazioni abilità sempre più complesse. I vantaggi di questo metodo di insegnamento sono molteplici: è adatto a cani di tutte le età, facilita l’apprendimento perché i cani possono esprimersi liberamente ed in maniera creativa senza il timore di punizioni, arricchisce e rende la relazione ancora più salda.

ESERCIZI DI AGILITÀ

Agility-dog tunnelBalance-training, ostacoli, slalom, tunnel. Possiamo costruire un vero e proprio percorso di agilità nel salotto di casa oppure sfruttare ogni tipo di struttura che troviamo in strada (panchine, paletti, vasi di fiori, rastrelliere per biciclette…). Possiamo costruire una bascula semplicemente appoggiando una tavola di legno su una sbarra di metallo o su un tubo di plastica dura, possiamo costruire un tunnel mettendo tre o quattro sedie una dietro l’altra e coprendole con un telo, possiamo utilizzare semplici birilli per uno slalom, e qualsiasi parte dell’arredamento e addirittura il nostro corpo come palestra per il cane con un po’ di fantasia e sempre con attenzione all’incolumità nostra e del cane. Questo tipo di attività è fondamentale per i cuccioli che così imparano ad esplorare gli oggetti, a familiarizzare con le persone e a vivere situazioni diverse con disposizione d’animo al gioco, è utile ai cani un po’ pigri per fare movimento ed aumentare l’arousal quel tanto che serve per un apprendimento efficace, è divertente per tutti!

ATTIVITÀ MENTALE O PROBLEM SOLVING

Si tratta di tutte quelle sfide che implicano la soluzione di un problema per arrivare al premio finale che sia il bocconcino o il suo gioco preferito. Possiamo utilizzare scatole, vasetti di yogurt capovolti, un cestino capovolto con sotto uno straccio da tirare, possiamo mettere una scatola dentro l’altra, una bottiglia da aprire, possiamo lanciare una pallina dall’altro lato di un recinto a “V” oppure possiamo utilizzare giochi costruiti appositamente per cani. L’importante anche in questo caso è calibrare la difficoltà per cui il nostro cane possa applicare la sua intelligenza in maniera costruttiva. In questo caso si lavora sulla capacità di concentrazione del cane e sull’auto-controllo: per risolvere il dilemma deve calmarsi e pensare!

GIOCHI DI FIUTO E RICERCA

Il senso più sviluppato nel cane è senz’altro l’olfatto. I giochi di ricerca olfattiva Giochi di fiuto e cerca con il canesono sempre molto graditi al cane perché gli permettono di utilizzare il suo senso migliore, perché il cane riesce bene e si diverte, e la sua auto-stima ne risulta accresciuta. I cani più agitati imparano a calmarsi, infatti il semplice fatto di annusare costringe il cane a concentrarsi su qualcosa e questo è impossibile se si è agitati. Inoltre utilizzare l’olfatto mette in moto i circuiti neurali preposti alla calma e diminuisce lo stress generale del soggetto.

IL RIPORTO

Insegnare al cane a fare il riporto
I giochi con la palla o altro supporto da riporto insegnano al cane in maniera naturale sia a riportare gli oggetti che a lasciarli, quindi aumentano la fiducia del cane nei confronti del proprietario in quanto sono un’espressione palese di scambio reciproco, il cane riporta la palla ed il proprietario felice di rimando gliela rilancia. 
Non tutti i cani afferrano immediatamente il concetto del riporto, ma preferiscono vagare trionfanti con la palla in bocca a pochi metri da noi godendo all’idea che il proprietario li insegua per prendergliela.