Risolvere i più frequenti problemi comportamentali del cane

problemi comportamentali del caneAlcune volte il cane può manifestare dei particolari comportamenti sgraditi. Questi possono essere legati ad una scorretta gestione del cane (il cane salta addosso, scappa, abbaia, mordicchia…) o possono configurarsi come veri e propri disturbi comportamentali. Nel primo caso si potrà intervenire con un percorso di rieducazione volto non solo a rimuovere il comportamento sgradito ma soprattutto a rimuoverne le cause, evitando in questo modo il futuro ripetersi del comportamento e impostando correttamente la relazione proprietario/cane. Nel secondo caso la rieducazione affiancherà una terapia comportamentale attuata da un veterinario comportamentalista. Tra i comportamenti problematici a cui è necessario prestare particolare attenzione ed intervenire tempestivamente per risolverli, i più frequenti sono:
aggressivitàansia da separazionedisturbi eliminatoripaura, fobia, ansia.

AGGRESSIVITÀ

L’aggressività è il problema più frequentemente lamentato dai proprietari che si rivolgono ad uno specialista. Esistono differenti tipi di aggressività, ognuno con cause e sintomi distinti. È essenziale individuare quale tipo di aggressività mostri un cane per effettuare il corretto programma terapeutico.
L’aggressività da paura, ad esempio, impone un programma terapeutico completamente differente dall’aggressività offensiva o territoriale.

ANSIA DA SEPARAZIONE

L’ansia da separazione è un altro problema abbastanza frequente: quando il cane rimane da solo in casa (o separato fisicamente dal padrone) manifesta l’ansia in tre modi possibili: distruggendo, abbaiando o ululando, facendo i bisogni in un luogo non appropriato.
Alcuni soggetti manifestano solo uno dei sintomi elencati, altri tutti e tre.
Spesso sono cani molto legati al padrone e lo seguono come un’ombra per tutta la casa, facendogli grande feste al rientro. Molti cani adottati da canili, manifestano, nei primi giorni, sintomi di ansia da separazione, che possono poi svanire in breve tempo o peggiorare ulteriormente, a seconda dei casi.

DISTURBI ELIMINATORI (urine e feci)

Il comportamento eliminatorio è per il cane anche un modo di comunicare: con le urine, ad esempio, i cani segnano il territorio.
Bisogna quindi ricordarsi che molti di questi comportamenti, seppur indesiderabili, sono totalmente normali. Ci sono, infatti, due cause principali per l’eliminazione non appropriata (ma non sono le uniche): la prima è legata al marcare il territorio (il cane urina in casa perché vuole marcare il territorio, soprattutto se vive con altri animali o se c’è competizione per chi comanda) e la seconda ad un’inadeguata gestione del cane (il cucciolo non ha appreso a eliminare fuori casa, il cane esce troppo poco, ecc.).
Anche l’eccitamento e lo stress possono provocare involontaria eliminazione, così come la paura e la sottomissione, anche se questo è più frequente nei cuccioli. I disturbi eliminatori possono essere risolti con relativa facilità, ma bisogna sempre individuare la causa (se per marcare, per paura o perché non ha appreso correttamente) per effettuare il trattamento idoneo. 

PAURA, FOBIA E ANSIA

Questi sono i problemi comportamentali più difficili da diagnosticare e da trattare. Vediamo come si distinguono.
La paura generalmente si manifesta in modo graduale ed è collegata ad una determinata situazione, persona o cosa.
La fobia si sviluppa invece rapidamente e si manifesta come una rapida reazione che sfocia in estrema paura e panico. Gli attacchi sono molto simili tra loro.
L’ansia è caratterizzata da esplorazione dell’ambiente, iperattività, allerta e tensione. Alcuni cani possono reagire in modo ansioso solo a certi stimoli (arrivo di ospiti, viaggi in macchina), altri manifestano uno stato ansioso permanente.

Il percorso terapeutico necessita molta pazienza e collaborazione da parte del proprietario.
Avvalendoci della collaborazione di un veterinario comportamentalista lo staff del nostro centro cinofilo studia i tratti problematici del soggetto e stabilisce un piano di lavoro personalizzato volto a risolvere i problemi comportamentali del cane.

Personalità
del cane normale
Personalità
del cane problematico o instabile
Attivo Iperattivo
Giocoso Salta addosso alle persone
Risponde a ordini e segnali generali Disobbediente, ignora i richiami
Contento di partecipare alle attività Scappa dal branco (famiglia)
Guardingo Pauroso, abbaia o fa la pipì; fugge dalle persone, dagli animali e dagli oggetti
Abbaia per annunciare nuovi venuti Abbaia ossessivamente
Socievole con cani e persone Antisociale, non gli piacciono né le persone né i cani
Curioso e spensierato Aggressivo e predatore
In allerta Apertamente territoriale
Va in esplorazione Possessivo nei confronti di giochi, cibo, mobili
Paziente, sa aspettare Ossessivo verso in oggetto o un’attività (riporta complessivamente gli oggetti, morde, si morde la coda
Affettuoso Evita di farsi accarezzare

Quando due esseri così diversi e così affini entrano in relazione può andare tutto bene ma qualche volta in ogni relazione che si rispetti si può verificare qualche problema.

Il cane non “nasce imparato” come si dice da queste parti.
Dunque il problema si può verificare perché noi non siamo riusciti a fargli capire qual è la cosa giusta da fare, abbiamo cioè sbagliato il tipo di comunicazione.
Il problema può essere indice di qualcosa che non funziona nella “relazione” che abbiamo con il nostro cane.
Se il cane ha un problema NOI (io e il mio cane) abbiamo un problema. Per la maggior parte della gente è solo il cane ad avere il problema e questa è la causa principale di abbandoni o allontanamenti.
L’impegno grande è quello di far “funzionare le cose” come in un matrimonio. Non si può chiedere il divorzio alla prima difficoltà, ma bisogna lavorare per affrontare il problema e risolverlo al fine di costruire e rafforzare il proprio rapporto.

I problemi più comuni con il tuo cane in cui potresti riconoscerti problemi di aggressività del canepossono essere i seguenti:

  • È aggressivo (abbaia, ringhia, attacca) verso cani o persone
  • Si sente il capo e fa quel che vuole (il cane non obbedisce e decide lui)
  • Abbaia continuamente (in casa o in giardino)
  • Ringhia se qualcuno si avvicina alla sua ciotola o al posto dove dorme
  • Scappa di casa, non risponde al richiamo
  • Rincorre qualsiasi cosa (macchine, biciclette, motorini)
  • Fa disastri in casa (distrugge, fa cacca e pipì) o in giardino (es. scava buche, distrugge le piante)
  • Piange, abbaia e guaisce durante la notte quando esci
  • Ha paura cronica, diffidenza, ansia verso qualcuno o qualcosa
  • Non ha attenzione e interesse nei confronti dei membri della famiglia
  • È sempre iperattivo e ipereccitabile, salta addosso
  • Non è possibile andare a fare una passeggiata con lui perché tira al guinzaglio

L’Educatore Comportamentale è in grado di:

  • Studiare dall’esterno la situazione (il problema) da un punto di vista “tecnico”
  • Individuare quali siano gli errori che hanno innescato il problema di convivenza
  • Impostare una strategia efficace di lavoro, di educazione, di rieducazione per risolvere il problema comportamentale o indesiderato

L’educatore cinofilo ti fornirà i mezzi e le conoscenze per:

  • Capire il tuo cane, a vedere il mondo con i suoi occhi, a capire il funzionamento della sua mente, a leggere il linguaggio del suo corpo, in una parola a sviluppare sintonia e comunicazione;
  • A sfruttare al meglio gli istinti e le predisposizioni che ha ogni cane per renderlo più felice;
  • Insegnare al tuo cane a stare in casa da solo senza abbaiare o distruggere tutto;
  • Abituarlo alla cuccia;
  • Abituarlo a fare la pipì o la cacca fuori o dove vuoi tu;
  • Insegnare al tuo cane i comandi base: seduto, terra, resta, vieni, al piede, no, lascia, fermo, prendi, porta…);
  • Socializzare il tuo cane in modo che non sia aggressivo nei confronti degli altri cani o delle persone. Questo gli permetterà di avere una vita sociale ed una convivenza pacifica senza tensioni per te;
  • A educare il tuo cane al trasportino e all’auto;
  • A imparare a giocare e a fare attività interessanti con il tuo cane, a scegliere dei giocattoli idonei e a come utilizzarli per rafforzare la vostra relazione;
  • Impedirgli di masticare e rosicchiare tutto o a lasciare ogni cosa presa da terra.

La cosa stupefacente è che sarai TU il protagonista assoluto dei miglioramenti che ci saranno nella relazione e questi saranno visibili giorno per giorno.

We cannot display this gallery