Archivi tag: addestramento cani lecce e provincia

Non prendete un cane

educazione del cane, centro cinofilo salento

NON PRENDETE UN CANE!!

Non prendete un cane. Mai. Lasciate stare. Ve lo dico il più sinceramente possibile, davvero con il cuore in mano. Non prendete un cane, per nessun motivo. Se ve ne viene la voglia, fatevela passare. Vi rovinerà la vita. Vi distruggerete la vita. Perché dopo aver trascorso un po’ di tempo con un cane, non sarete più gli stessi. Niente sarà più come prima. Vi sembrerà che il mondo come fino ad ora avete conosciuto non sia mai esistito. Che fosse tutto più semplice, che tutto scorresse scivolando quietamente senza problemi. Perché questo volete davvero… questo è quello che si ritiene sia giusto, se le cose scivolano senza problemi e con facilità allora va tutto bene sul serio….
Non prendete un cane. Mai.

Perché la mattina vi sveglierete e vi troverete davanti due occhi sorridenti, una coda che sbatte frenetica e una leccata sul viso. Perché vi troverete catapultati in corse forsennate a fare la pipì fuori qualsiasi stagione sia e per questo vi accorgerete dello scorrere del tempo e che gli alberi da rossi e gialli sono rimasti senza foglie e dopo poco sono apparsi i germogli e che ancora più in là nei giorni ci sono gli uccellini che cantano tra le fronde. Perché sarete costretti a diventare equilibristi del tempo, a trovare un ritmo che accompagni due cuori.

Perché sarete costretti senza appello a capire chi vi vuole anche con quattro zampe a seguito sempre e comunque e chi invece si arrende al primo biscotto pieno di bava. Perché quando piangerete le vostre lacrime non riusciranno a toccare terra. Perché quando vi ferirete lui sarà lì a leccare il sangue, anche quello che non si vede….
Non prendete mai un cane. MAI. Perché se siete veri umani lui vi educherà. Vi educherà nel modo più duro e primitivo possibile. Con l’amore. Vi educherà all’amore incondizionato.

Quello che non chiede nulla in cambio.

A non avere filtri, ad essere come siete.

Vi educherà alla libertà di voi stessi.

Vi educherà a non difendervi mai da chi amate.

Al non rancore, al perdono sempre, a dimostrare amore in ogni occasione.

Vi educherà all’empatia, a prendervi cura di chi amate.

A osservare il vostro mondo intorno e capire cosa c’è che non va da una camminata, un gesto, uno sguardo.

Vi educherà a non usare le parole.

Vi educherà alla lealtà e all’onestà.

Non prendete un cane. Mai. Perché quando vi avrà educato……vorrete le stesse cose da altri….e non capirete perché lui è stato in grado di darvele e invece tante persone, umani con tanti neuroni e un cuore più grande, non ci riescono. Non capirete perché non riuscite a trovare la stessa trasparenza e lealtà in chi vi sta accanto. E che dice di amarvi.

Non prendete un cane. Mai. Perché diventerete un vero umano randagio, di quelli che ci provano sempre a credere in certi umani e sono sempre sconfitti.

Il linguaggio del corpo vale più di mille parole

La vocalizzazione (abbaiare, guaire, ecc…) è uno dei tanti modi in cui comunica il cane ma non il più importante. Fondamentale per loro è il linguaggio del corpo.

Se possiamo stabilire una percentuale, la comunicazione verbale è importante al 20%, mentre quella corporea all’80%.

Ciononostante noi umani parliamo senza sosta, non curanti dello sforzo mentale che i nostri amici devono mettere in atto per scorgere nel nostro flusso logorroico quali suoni o parole abbiano a che fare con loro.

Immaginate di voler capire le intenzioni di una persona che parla una lingua che voi non conoscete. Ciò che fate è guardare la postura, il viso e le sue mani, nella speranza di scorgere qualche movimento che vi aiuti a decifrare meglio il suo verbale. I nostri cani fanno la stessa cosa.

 

Barbara Dimitri (Educatore ed Istruttore cinofilo)

La magia dell’addestramento

addestramento cani

L’addestramento non è una cosa fine a se stessa, espande la visione del mondo del vostro cane, le sue facoltà intellettive e le sue competenze emotive, mettendolo così in grado di compiere anche compiti per il quale non era stato specificatamente addestrato. In particolare il “rinforzo positivo” aiuta i nostri amici ad imparare, esplorare nuove possibilità ed a crescere con più fiducia. Il “rinforzo positivo” rende i nostri amici degli avidi ed instancabili apprendenti. Più lavorano, più hanno voglia di lavorare. Glielo vedi negli occhi. Sfavillano, quando lavorate insieme. L’opposto accade nei cani educati ed addestrati con la “punizione”. La loro visione del mondo si chiude e sono esitanti a provare nuove cose. Il loro sguardo si spegne.

 

Barbara Dimitri (Educatore ed Istruttore cinofilo)

Perchè il mio cane mi obbedisce in casa e fuori no?

addestramento del cane provincia di lecce

Perchè il mio cane mi obbedisce in casa e fuori no?

 

I cani non hanno la capacità di generalizzare un comportamento o un evento come noi umani. Se gli abbiamo insegnato il seduto o il terra in casa, non è detto che lo esegua in giardino, al parco o in un altro contesto. O se ha imparato a rispettare il gatto in casa, non è detto che fuori in giardino non lo rincorra per predarlo.  Sono bravissimi a generalizzare eventi negativi (se si spaventano per qualcosa, si spaventeranno per quella cosa in qualsiasi luogo la incontrino) ma non purtroppo quelli positivi o neutri. Anche a voi sarà capitato di vedere una persona sempre in un contesto ma quando la incontrate in un altro contesto faticate a riconoscerla.

Un suggerimento è quello di provare il comportamento prima nel luogo dove di solito lavorate con il vostro amico e poi di esercitarvi in un altro luogo usando un premio di più alto valore. Se prima avete usato un wuerstel, ora provate con pezzetti di pollo o con del formaggio. Usate più entusiasmo nel luogo nuovo e mixate il nuovo comportamento con altri comportamenti più facili che il vostro amico già conosce.

 

Barbara Dimitri (Educatore ed Istruttore cinofilo)